Sposa Monamour Couture

Make up della sposa: come affrontare al meglio la prova trucco!

STELLINESTELLINE

La prova trucco rappresenta sempre una grossa incognita per le future spose e spesso è affrontata con un po’ di timore. Abbiamo chiesto ad un esperto del settore alcuni consigli e alcune regole per affrontare al meglio la prova trucco. Ecco cosa ci ha raccontato

1-5

La prova trucco rappresenta sempre una grossa incognita per le future spose e spesso è affrontata con un po’ di timore. Abbiamo chiesto ad un esperto del settore ecco alcuni consigli e alcune regole per affrontare al meglio la prova trucco.

 Il make up sposa è quello che deve valorizzare i lineamentiaddolcire i difetti e donare luminositàtrasmettere candore e freschezzagioia e felicità; insomma deve aiutare la donna ad avere un’immagine il più possibile vicina a quella che ha sempre sognato di avere nel giorno del suo matrimonio.

Perché un makeup sposa possa definirsi di qualità bisogna rivolgersi ad un professionista serio con una preparazione tecnica precisa, deve applicare nozioni di trucco fotografico e televisivodal trucco giorno/sera a quello correttivo.

Bisogna creare un make up ad hoc per ogni sposa considerando come prima variabile se la donna è abituata a truccarsi o predilige un look acqua e sapone.

Come affrontare al meglio la prova trucco: il primo approccio

1.      Presentarsi alla prova truccate

Il mio primo consiglio è di presentarsi alla prova truccate come se andaste ad un evento importante in modo che il make up artist possa appunto capire l’intensità di trucco a cui siete abituate. Sarà, poi, con la sua abilità a consigliarvi un eventuale alternativa o a migliorare il vostro abituale modo di truccarvi.

328

2.      Fornire tutte le informazioni relative il matrimonio al truccatore

Una variabile molto importante da comunicare al truccatore è se il matrimonio si svolge di giorno o di sera, se una cerimonia in un castello piuttosto che sul mare o in campagna. Sapere a quali luci la sposa sarà esposta è di fondamentale importanza sia per il make up che per l’immagine e lo stile che il trucco dovrà creare.

Bridal-Makeup

Di giorno il sole può diventare un nemico in quanto può trasformare qualsiasi fondotinta in uno spesso strato di prodotto coprente. In questo caso è meglio optare per un trucco leggero e dai toni caldi e naturali con un eventuale accenno di colore in abbinamento o in richiamo al colore scelto per il bouquet o per l’intera cerimonia.

 Di sera invece bisogna intensificare il trucco perché le luci artificiali spesso annullano i chiaroscuri creati per le correzioni del viso. Consiglio anche di non utilizzare prodotti perlati perché accentuano la riflessione dei flash creando infelici punti luminosi e aumentano la lucidità del viso. A proposito dei flash, suggerisco di utilizzare colori caldi per contrastare la loro luce azzurrina.

Come affrontare al meglio la prova trucco: indicazioni generali e tempistiche

 

1.      Truccare il décolleté

È assolutamente importante truccare anche il decolleté, perché la pelle nuda riflette la luce diversamente da quella truccata: così facendo, la tonalità della pelle sarà la stessa sia sul viso che addosso anche in fotografia.

2.      No all’abbronzatura!

Il suggerimento per eccellenza che do alle mie spose è quello di non arrivare eccessivamente abbronzate all’altare.

È meglio che la pelle del viso sia chiara per non creare un eccessivo contrasto con l’abito bianco; contrasto che il fotografo mitigherà sovraesponendo le fotografie, tecnica che rischia di far perdere alcuni dettagli dell’abito.

 Un no assoluto all’abbronzatura da lampade abbronzanti: uno perché secca moltissimo la pelle che assorbe letteralmente il fondotinta; due perché per attenuare i rossori il truccatore dovrà utilizzare basi colorate o “primer” correttivi che si stratificano sulla pelle e quindi anche un velo di fondotinta potrebbe assumere le sembianze di uno spesso strato di prodotto.

3.      Organizzare la prova trucco 3 mesi prima


Eseguire una prova trucco a tre mesi dalla data delle nozze quando si è già scelto l’abito, i fiori, il colore di fondo della cerimonia, il luogo e l’ora della cerimonia. Non consiglio mai di fare la prova a più mesi di distanza perché si rischia di aumentare l’insicurezza di cambiare gusti seguendo la moda del momento e non il proprio ideale.

Come affrontare al meglio la prova trucco: il make up artist

Il make up artist

Durante la prova trucco un vero professionista dovrebbe compilare una scheda personalizzata alla cliente su cui annotare i prodotti utilizzati e scattare qualche foto per arrivare il giorno del matrimonio preparato.

È anche un’occasione per testare la pelle della sposa e verificare la tollerabilità ai prodotti che se anche garantiti e anallergici possono riservare sorprese come pizzicori sul viso, senso di copertura eccessiva. Se durante la prova vengono eseguiti i passaggi corretti la sposa potrà anche accorgersi della durata del trucco.

Bridal-Make-Up-Artist-gives.jpg1291353003

Infine, il make up artist deve interagire anche con il parrucchiere per costruire un’immagine in abbinamento all’abito ma anche per sapere se l’acconciatura potrebbe creare delle ombre sul viso nel caso sia un mezzo raccolto o un capello sciolto.

A volte conoscere il tipo di acconciatura potrebbe aiutare a creare uno stile romantico, elegante, regale o retrò; ma anche gioioso divertente o sexy. Quindi, mai sottovalutare la sinergia tra parrucchiere e truccatore anche perché i capelli sono la cornice principale del viso e con il loro colore in abbinamento alla tonalità della pelle costituiscono la “personalità” di un volto.

smokey-rosa-con-gloss-per-la-sposa

STELLINE STELLINE

 

0 Comments

Leave A Reply