Sposa Monamour Couture

Velo da sposa.. Sì o no?

divisorio glitter

 

COME SCEGLIERLO E QUALE INDOSSARE..

 

6ac93588f926645d625d61befc5fcaa3

 

Dopo l’abito da sposa  un altro elemento importante da non sottovalutare è la scelta del velo, lungo ,corto, alle spalle, in pizzo, con perline, con bordi di raso, ecc…E’ una scelta fondamentale per creare e definire un look armonico.

Lo sapevate che il velo risale dall’antichità? “Velamen”, cosi pronunciato dagli antichi RomaniEra un termine generico per definire le stoffa posata liberamente su di un corpo. Valore simbolico e religioso del velo attributo di parecchie divinità Greche e Romane, l’atto di velarsi corrispondeva a una forma di consacrazione alla divinità, ma con il tempo e il passare degli anni, questo finì con il diventare elemento prezioso di raffinata eleganza.

 

“Ma vediamo quali sono le basi fondamentali per scegliere il velo” 

Intanto partiamo con il dire che l’usanza dice che dovrebbe essere un accessorio prestato, magari da una nonna o da una mamma felicemente sposata: è un segno di  buon augurio per la sposa.

 

Dunque: Nella scelta del velo e opportuno tenere conto del tipo di abito che si andrà ad indossare,  dalle caratteristiche fisiche della sposa alla  location, e sopratutto al contesto del matrimonio.

Oggigiorno è diventato l’accessorio fondamentale che va a completare ed armonizzare il nostro look. Se scelto sbagliato o non adatto per il nostro  stile, farà perdere di fascino il nostro abito, e  magari andrà anche a focalizzare i nostri punti deboli inconsapevoli del fatto di avere scelto una lunghezza e un modello sbagliato. 

 

Da tenere conto anche le regole di bon ton: Se ad esempio si tratta di seconde nozze…O pensate di sposarvi in comune …Meglio rinunciare al velo!

E’ indicato alle spose che non superino i 35 anni.

Ma quale sposa principessa per quel incantevole e fiabesco giorno non vorrebbe il velo? In quell’ istante e suggestivo  romantico momento… Davanti al vostro futuro marito, dove egli svelerà  il vostro volto coperto da quel velo candido…

“Che meraviglia…Ma torniamo alla realtà !”

Ciò però non vuol dire che si debba rinunciare completamente al velo, ci sono valide alternative romantiche e molto glamour.

 

“Quindi noi non ci abbattiamo” eccovi degli  esempi :Un grazioso cappello con velina in linea con il nostro abito, o un altro accessorio per capelli. “Oramai ne  fanno davvero  di belli e di ogni genere: c’è l’imbarazzo della scelta.” Ottima anche per chi ha un taglio di capelli molto corto! Crea volume e impreziosisce.

20141121-154508

 

Un altro dettaglio da non sottovalutare: Il velo deve essere in un tessuto diverso da quello dell’abito da sposa.

  Se il nostro abito è in pizzo il velo sarà in tulle… Tornando alle famose regole di bon ton, se l’abito e già ricco e  importante, sceglieremo un velo sobrio ed elegante e viceversa, se l’abito sarà semplice e liscio, andremo a scegliere un velo importante con ricami, in pizzo, con bordi in raso, ecc… Anche qui abbiamo veramente una svariata scelta di veli.

Ma passiamo alla lunghezza del velo, ne esistono  svariati modelli e lunghezze:

A velina o alle spalle: Copre le spalle e cela il volto, e pratico e non impedisce i movimenti,  questo tipo di velo  disinvolto si abbina solitamente ad un abito corto, molto semplice e minimalista; consigliato alle spose di taglia minuta e non più giovanissime.

Al gomito: Ha l’effetto di uno scialle, romantico e raffinato, può essere formato da più strati, avvolge la figura e impreziosisce l’abito, adatto a chi sceglie di valorizzare le scollature ampie e generose .

A cascata: E un modello classico, elegante , con questa lunghezza non puoi sbagliare, fissato allo schignon o appuntato sulla nuca, scende lungo la schiena con effetto a piramide; vanno bene con abiti da sposa lunghi e senza strascico.

 

Ed eccoci finalmente a l’ultimo velo, ma non meno importante degli altri “anzi”

Velo cattedrale: Già dal nome notiamo la sua importanza.

Viene utilizzato in cerimonie molto importanti e Formali, prevalentemente usato dai reali e può superare i tre metri; viene  sostenuto da damigelle che aiutano l’ingresso della sposa all’interno della chiesa.  Indubbiamente è un abito di grande effetto e fascino.

divisorio glitter

0 Comments

Leave A Reply